Una palestra, una biblioteca, un’aula di formazione, un mercato di scambio di idee, un parco dei divertimenti, tutti luoghi in cui esisteranno  solo tre semplici regole che governeranno la dinamica comunicazionale: democrazia, buone parole, semplicità.